Edizione 2019

Activate Talk 2

Storie di innovazione sociale tra percorsi formativi e start-up d'impresa

Come creare un ponte tra percorsi formativi, competenze acquisite e realizzazione personale e professinale? Questa la domanda del secondo Activate Talk.

Giovani italiani, migranti e rifugiati raccontano le loro esperienze, tra sfide e opportunità.

Video Gallery

9b49683b-49f2-4591-8e22-91b73f0d9375.JPG

Le richieste dei giovani su percorsi formativi, tirocini e start-up di impresa

  • Investire in percorsi formativi che integrano competenze tecnico-professionali con le soft skills, in particolare quelle competenze e capacità che promuovono comunicazione, fiducia, team-building e senso di appartenenza;

  • Garantire supporto tecnico ed economico per lo sviluppo di idee di impresa sociale che valorizzino il tessuto sociale e culturale delle zone marginalizzate;

  • Promuovere un supporto continuo di ragazze e ragazzi, anche attraverso un approccio di educazione tra pari, che riduce la distanza tra formatori e formati e facilita il raggiungimento degli obiettivi formativi;

  • Dare supporto alla transizione dalla fase educativa alla fase di sviluppo di idee di business, promuovendo il match tra domanda e offerta nella scelta dei percorsi formativi e facilitando l’inclusione lavorativa;

  • Incoraggiare l’innovazione sociale e l’uso consapevole delle nuove tecnologie, in risposta alle sfide del mercato del lavoro e dei flussi migratori.

Photo Gallery

Programma per bambini e adolescenti

migranti e rifugiati in Italia

Via Palestro 68, 00185 Roma

©Copyright - Tutti i diritti riservati